PSR 2014-2020 - Programma di sviluppo rurale Regione Marche 2014-2020



navigazione: Home > Politica > La I Commissione regionale approva il rendiconto 2017 dopo il giudizio di parifica della Corte dei Conti

La I Commissione regionale approva il rendiconto 2017 dopo il giudizio di parifica della Corte dei Conti

La Prima Commissione affari istituzionali e bilancio ha approvato nella seduta di oggi il Rendiconto generale della Regione per l'esercizio finanziario 2017.

La proposta di legge, di cui sono relatori il presidente Francesco Giacinti (Pd) e la consigliera regionale Jessica Marcozzi (FI), ha ottenuto il via libera con quattro voti favorevoli (Biancani, Giacinti, Minardi, Urbinati del Pd) e 3 contrari (Carloni Area popolare, Maggi M5s, Marcozzi). La Commissione si è espressa dopo aver recepito il giudizio positivo di parifica della Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti dello scorso 26 luglio. Il totale delle entrate accertate ammonta a 4mld 845mln e 219.951,04 euro, il totale delle uscite è pari a 4mld 700mln e 553.883 euro. Il risultato di amministrazione al 31 dicembre 2017 è di 584mln 993.478 euro, mentre il risultato economico-patrimoniale è stabilito in euro 183mln e 349.703.

«Il rendiconto generale – sostiene il presidente Giacinti – attesta l'equilibrio finanziario complessivo della Regione, la riduzione della pressione fiscale e il rispetto del parametro della tempestività di pagamento. In linea con il trend positivo degli ultimi dieci anni, viene confermata la riduzione complessiva del debito». Nel dettaglio, rispetto all'esercizio 2016, l'indebitamento è sceso da 1mld 24mln e 473.680 euro a 901mln e 734.674 euro. «Questi risultati, compreso il giudizio positivo di parifica – prosegue Giacinti - devono essere letti e interpretati positivamente, visto il contesto di costante riduzione dei trasferimenti statali alle regioni e agli enti locali. La manovra di finanza pubblica, infatti, tende da più anni a distribuire sempre meno risorse e in queste condizioni riuscire a garantire risposte alle domande crescenti della collettività è sempre più complicato. Per tutti noi, amministratori e rappresentanti dei cittadini – conclude – è il momento di fare riflessioni più ampie, che coniughino le disponibilità finanziarie con il bene comune. Questa è la sfida futura». Critico il giudizio sull'atto della relatrice di opposizione.

«Ho votato contro questo Rendiconto – ha spiegato la Marcozzi - per due questioni su cui non si può tacere o girarsi dall'altra parte. Da un lato il bilancio della Regione è assorbito per oltre l'80% dalla sanità, dall'altro per la questione annosa delle Partecipate come l’Aerdorica. Elementi che certo non possono essere trascurati e che mi hanno spinto a votare contro»Puoi commentare l'articolo su Vivere Marche


Regione Marche